Movimento Operaio

La pagina di Antonio Moscato

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Non solo la Merkel

E-mail Stampa PDF

Vanterie di capitalisti

Non è stata solo la Merkel…

 

Questa è una piccola selezione dai comunicati in cui Finmeccanica, Selex, Elsag, ecc, vantavano sui loro siti o su riviste specializzate i loro affari con la Grecia (e a volte con Israele).

Evidentemente non è stata solo la Merkel a spingere i governi greci a folli spese militari (e non solo militari, si veda l’accordo per la metropolitana di Salonicco), come è ormai voce corrente, da Piazza Sintagma al festival di San Remo… Sono stati anche i nostri governi, e le nostre (si fa per dire) imprese.

Questa rassegna – tutt’altro che esauriente - è il frutto di una primissima ricerca, non facile perché la maggior parte di questi sporchi affari sono accuratamente nascosti, ma è già sufficiente per avere un’idea della partecipazione delle nostre industrie soprattutto militari all’ingigantimento del debito greco. Ringrazio Antonio Mazzeo per i preziosi suggerimenti.

(a.m. 15/2/12)

 

 

Finmeccanica al salone Defendory 2008: collaborazione con la Grecia nel settore aerospazio e difesa per sviluppare significative partnership tecnologiche

 

Dal 7 all’11 ottobre si terrà ad Atene il salone Defendory 2008, a cui Finmeccanica parteciperà con le società AgustaWestland, Alenia Aermacchi, Alenia Aeronautica, Orizzonte Sistemi Navali, OTO Melara, SELEX Communications e SELEX Sistemi Integrati.

Importanti opportunità di collaborazione tra le industrie di Italia e Grecia potrebbero venire dal settore dei velivoli da pattugliamento marittimo e per la lotta sottomarina. Alenia Aeronautica infatti propone alla Marina greca il bimotore ATR72 in versione ASW (Anti Submarine Warfare - antisommergibile) per il rinnovo della linea di velivoli da pattugliamento marittimo in servizio in Grecia.

L’Aeronautica greca sta considerando l’acquisto di alcuni elicotteri di ricerca e soccorso (SAR) di ultima generazione, area in cui Finmeccanica offre l’AW139 di AgustaWestland, che rappresenta il nuovo standard di riferimento per il mercato degli elicotteri medi biturbina e ridefinisce il concetto di flessibilità e versatilità con performance e capacità operative senza confronti. AgustaWestland vanta una solida presenza nel paese, avendo già fornito elicotteri alla Marina, all’Aeronautica Militare e al Ministero della Sanità.

Vi sono inoltre numerose ulteriori opportunità di collaborazione per le società di Finmeccanica e l’industria greca nei settori dei sistemi e dell’elettronica per la difesa: ad esempio il sistema VTMS di sorveglianza costiera e i radar di difesa aerea di SELEX Sistemi Integrati e il sistema TETRA per le comunicazioni sicure progettato e sviluppato da SELEX Communications. Finmeccanica è interessata anche ai grandi progetti navali, come le fregate di nuova generazione per la Marina greca.

Nel corso degli anni, Italia e Grecia hanno costruito una solida partnership industriale che comprende anche i settori della difesa e della sicurezza, collaborando a numerosi programmi di successo riguardanti elicotteri, aerei da trasporto tattici, radar per il controllo del traffico aereo e per la difesa aerea, sistemi di comunicazione e sistemi e cannoni navali.

Nel 2005 Finmeccanica ha dimostrato il suo interesse a collaborare con l’industria aerospaziale greca firmando una lettera d’intenti con Hellenic Aerospace Industry (HAI) per lo sviluppo di programmi congiunti. Alenia Aeronautica ha siglato una serie di contratti con HAI per la produzione in Grecia di componenti per i velivoli C-27J, B787 e C-130J, mentre Alenia Aermacchi ha firmato un Memorandum of Understanding con HAI per definire i termini della loro cooperazione industriale nel programma di sviluppo per il velivolo da addestramento avanzato di nuova generazione M-346.

Finmeccanica è il primo gruppo tecnologico italiano, oltre che azienda leader nell’area ricerca e sviluppo, e controlla la maggior parte del settore aerospazio e difesa nazionale. Il Gruppo vanta anche una grande esperienza e un solido posizionamento di mercato nel settore dei trasporti ferroviari tramite le controllate Ansaldo Breda (fornitrice di treni per la tranvia di Atene) e Ansaldo STS. Inoltre, produce sistemi di generazione di elettricità tramite Ansaldo Energia (che ha costruito centrali elettriche ad Aghios Dimitrios, Chania e Komotini) e fornisce servizi informatici e di automazione tramite Elsag Datamat, che opera nel campo della logistica e della sicurezza militare.

 

 

ATSF (Ansaldo STS) e AnsaldoBreda si aggiudicano commessa metro Salonicco

La quota per le aziende Finmeccanica è pari a 300 milioni di euro, coinvolta anche Ansaldo Signal

Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari – società di Finmeccanica confluita con Ansaldo Signal in Ansaldo STS - e AnsaldoBreda, realizzeranno la metropolitana totalmente automatica senza conducente nella città di Salonicco, in Grecia.

Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari fornirà il Sistema Tecnologico ed AnsaldoBreda i veicoli, per un importo

complessivo di 300 milioni di euro.

Dopo le recentissime aggiudicazioni delle metropolitane automatiche per la nuova linea C di Roma e per la linea 5 di Milano, nonché della metropolitana di Brescia già in corso di realizzazione, si è aggiunta ora quella della metropolitana automatica di Salonicco a conferma della capacità dell’azienda di imporsi sia sul mercato nazionale che internazionale.

Un consorzio italo-greco, formato dalle società di costruzione di opere civili AEGEK di Atene, dalle italiane Impregilo e Seli e, per la parte tecnologica, dalla Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari e dalla AnsaldoBreda - con il contributo progettuale di Metropolitana Milanese - si è aggiudicato il contratto per la realizzazione della metropolitana automatica nella città di Salonicco, capoluogo della Macedonia e seconda città della Grecia per numero di abitanti e importanza economica.

Il consorzio aveva presentato nel corso del 2005 la propria proposta tecnico economica in competizione con altre compagini internazionali di grande livello per la realizzazione dell’opera finanziata anche dalla Comunità Europea. Dopo un accurato esame svolto da una commissione aggiudicatrice, che ha visto prevalere la proposta italo-greca sia sotto l’aspetto tecnico che economico, il cliente Attilo Metro, ha confermato l’aggiudicazione del contratto.

L’opera, totalmente in sotterraneo per una lunghezza di circa 9,5 km e con 13 stazioni, offrirà alla città macedone una capacità di trasporto di 18.000 passeggeri per ora e per direzione con una frequenza dei treni di 90 secondi. Il completamento dei lavori e l’apertura all’esercizio pubblico dell’impianto sono previsti per il 2012. Il costo complessivo sarà di oltre 800 milioni di euro.

L’impianto sarà realizzato sfruttando l’esperienza maturata dalle società Ansaldo con la realizzazione della metropolitana automatica di Copenaghen - utilizzando anche la tecnologia ed i prodotti di segnalamento automatico realizzati dalla “Union Switch & Signal”, società basata a Pittsburgh (USA) ed appartenente al gruppo Ansaldo Signal – operativa da oltre 4 anni caratterizzati da un esercizio regolare ed estremamente affidabile. Nessun macchinista/agente sarà presente a bordo in quanto tutte le attività di controllo della marcia dei treni e di verifica di sicurezza e supporto informativo per i viaggiatori saranno centralizzate, tele controllate ed automatizzate.

 

 

Aermacchi e Hellenic Aerospace Industry (HAI), firmano accordo di cooperazione per l’addestratore di nuova generazione M346

 

La Hellenic Aerospace Industry (HAI) e Aermacchi, società di Finmeccanica, hanno firmato un Memorandum of Understanding che definisce i termini della loro cooperazione industriale nel programma di sviluppo dell’addestratore avanzato di nuova generazione M346.

In base al Memorandum, la HAI diventa il prime contractor greco del programma, responsabile di una serie di attività tra le quali la progettazione, la produzione e l’assemblaggio di alcune parti importanti del velivolo, come la fusoliera posteriore. Inoltre HAI sarà incaricata di gestire il contributo delle altre aziende greche che entreranno nel programma, in qualità di sub-contractors.

La quota industriale assegnata all’industria greca ammonterà complessivamente a circa il 10% delle attività nel programma internazionale per l’industrializzazione e la produzione dell’aereo e dei suoi sotto-sistemi.

Per l’Aermacchi la partecipazione della HAI rappresenta un passo importante, che riflette la strategia dell’azienda di ampliare il progetto M346 a livello internazionale con la costituzione di partnership altamente qualificate per sviluppare il più avanzato programma per un velivolo da addestramento avanzato. Le competenze industriali e manageriali di HAI potranno quindi favorire una rapida industrializzazione dell’M346 e facilitarne il successo internazionale, anche grazie al contributo di altre industrie europee altamente qualificate.

Per la HAI questo importante accordo potrà contribuire in maniera determinante all’affermazione dell’M346 in Grecia e all’arricchimento del know-how tecnologico e delle opportunità professionali per l’industria nazionale.

La Grecia addestrerà i suoi piloti a Lecce

Sarà il 61° Stormo di Lecce ad addestrare i futuri piloti militari greci. In base ad un accordo concluso nelle settimane scorse, l’Aeronautica Militare ospiterà 30 istruttori e 30 allievi greci per i corsi di pilotaggio militare, in attesa che la Grecia individui il successore del vetusto T-2 Buckeye. Per l’ormai urgente sostituzione si candida autorevolmente il nuovo Aermacchi M-346, alla cui costruzione potrebbe partecipare anche l’industria locale.

11 Dicembre 2005 - 11:26 pm |  di: G. AlegiAeronautica  

Israele: i militari scelgono l’M-346

La scelta tecnica della Heyl Ha’avir è caduta sull’addestratore avanzato italiano Alenia Aermacchi M-346. È quanto riferisce il quotidiano Haaretz, secondo il quale i militari avrebbero espresso la propria preferenza in una relazione al ministero della Difesa, al quale spetta ora la decisione definitiva attesa nel giro di qualche settimana. La notizia, per ora senza conferme ufficiali, avrebbe un valore nell’ordine di un miliardo di dollari ed è messa in relazione alle contropartite industriali offerte dall’Italia, consistenti innanzi tutto in aerei da scoperta radar.

Elsag Datamat, lettore targhe e tecnologie per la sicurezza in Grecia

Elsag Datamat ha firmato, con la Polizia greca, un contratto dal valore iniziale di circa 3 milioni di euro, per la fornitura di sistemi di lettura delle targhe automobilistiche e identificazione biometrica delle persone. Ancora una volta l'azienda vede riconosciuta la sua competenza e l'eccellenza tecnologica dei propri sistemi per il law enforcement, ormai diffusi in tutto il mondo.

Il contratto prevede l'adozione, sui veicoli della Polizia ellenica, di trenta sistemi di lettura targhe, comprensivi delle funzionalità di navigazione, nonché la fornitura di dieci PSS - Patrol Support Systems (dispositivi palmari di comunicazione e identificazione delle persone tramite riconoscimento dell'impronta digitale) che saranno utilizzati dagli agenti di pattuglia.

Il lettore targhe e il PSS trasmettono alle centrali i dati raccolti "sul campo" in tempo reale, grazie alla modalità wireless (via GPRS/UMTS), mentre le sale operative di controllo sono preposte anche alla gestione degli allarmi, come ad esempio la segnalazione di targhe sospette confrontate con apposite hot list.

Al momento della firma del contratto, la Polizia greca ha manifestato grandi aspettative legate all'adozione di tali tecnologie, con particolare riferimento al miglioramento della capacità di identificazione di persone e veicoli sospetti.

L'accordo - che fa seguito a progetti di questo tipo siglati con le forze di polizia in Italia, negli USA e in Cile - rafforza ulteriormente la leadership di Elsag Datamat nel mercato internazionale della lettura targhe a bordo auto, frutto anche della continua ricerca, ed evoluzione tecnologica del prodotto, svolta dall'azienda.

In particolare, l'ultima versione del sistema - adottata anche in Grecia - dispone di interfaccia con display touch-screen per l'operatore di bordo, di telecamere opportunamente occultate e integrate nella barra luci, nonché di illuminatore a infrarosso del tipo a "luce invisibile". 18.02.2010

http://www.finmeccanica.it/Corporate/IT/Corporate/Press_and_Media/News/args/detail/details~press~News~2010~Elsag_Datamat_18_02_10.shtml///index.sdo



You are here