Movimento Operaio

La pagina di Antonio Moscato

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Attualità e Polemiche --> Imperialismi --> I marò: cartina di tornasole

I marò: cartina di tornasole

E-mail Stampa PDF

Penoso epilogo (per il momento) della vicenda dei “nostri eroi”: la reazione indiana nei confronti dell’ambasciatore italiano Daniele Mancini, diventato spergiuro per la forzatura indecente dei ministri Terzi e Di Paola, ha avuto successo. Un pezzo di questo governo fantasma si è riunito escludendo Terzi, e ha deciso di far ritornare i due marò in India, come anche loro avevano garantito.

Ci sono volute cinque ore poi per convincere i “due eroi” a mantenere la parola data. Si è impegnato personalmente a vincere le loro resistenze anche l’ammiraglio Gianpaolo Di Paola, in quanto ministro della difesa e in quanto superiore diretto.

Partono con tutti gli onori, e accompagnati dal sottosegretario Staffan De Mistura che aveva seguito a lungo la vicenda in India e nel Kerala. Partono salutati dalla consueta telefonata del presidente Napolitano, che si era speso in questa vicenda oltre ogni decenza, senza mai denunciare la campagna isterica e razzista della destra contro i barbari indiani.

Prima considerazione: il minimo sarebbe pretendere le dimissioni di Terzi e Di Paola, che si sono dimostrati irresponsabili e incapaci di prevedere le logiche reazioni di un grande paese come l’India, per venire incontro alle pressioni della destra troglodita alla Sallusti e delle tendenze fascisteggianti che caratterizzano i corpi speciali come la San Marco o la Folgore. È vero che il governo volge al termine, ma si sa che è attivissimo, e punta a una “prorogatio” in caso di fallimento di altri tentativi. E comunque le dimissioni imposte servirebbero per sbarrare loro la strada per un altro governo.

Ma chi le ha chieste? Finora nessuno. Neanche il M5S, a quanto mi risulta. Unica attenuante potrebbe essere che l’informazione dei grandi media sul caso è stata fin dall’inizio scandalosamente bugiarda, nascondendo tra l’altro il particolare, che la dice lunga sul presunto “errore di mira” dei due tiratori scelti, della militanza di Latorre in un gruppo apertamente fascista. Ma c’è internet!

Intanto ricordo alcuni dei pezzi che avevo dedicato all’argomento, come Ordinaria amministrazione l'impunità ai criminali, Nessuno ha dubbi sulla bravata di Terzi e quello preso dal sito di Wu Ming:


I «due marò»: un po' di controinformazione *

(a.m.22/3/13)



Tags: marò  Terzi  Di Paola  India  Napolitano  M5S  Grillo  

You are here Attualità e Polemiche --> Imperialismi --> I marò: cartina di tornasole