Movimento Operaio

La pagina di Antonio Moscato

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La bussola della Val di Susa

E-mail Stampa PDF

La bussola della Val di Susa

 

Ho più volte sottolineato che la lotta dei NoTAV della Val di Susa non è una lotta locale un po’ più importante di altre: è un punto di riferimento essenziale per chiunque voglia ricostruire la sinistra.

Una conferma di questa centralità nazionale (e in parte già anche internazionale) viene dalla loro scelta - tutt’altro che localistica - di partecipare alla manifestazione del 31 marzo a Milano, dove non a caso sono stati unanimemente scelti per aprire il corteo, col risultato di consentire una forte caratterizzazione della partecipazione costruita sui movimenti, relegando in coda quelli che dovevano solo proporre una sigla e una bandiera, e rendendo più difficili le infiltrazioni di eventuali fautori dello scontro per lo scontro. Ovviamente non del tutto impossibili, ma più facilmente emarginabili (o identificabili, nel caso si trattasse di provocazioni di poliziotti travestiti) dato che il tono alla manifestazione veniva dato da chi, come i valsusini, non hanno mai accettato le prediche stupide sulla nonviolenza come valore assoluto, e quando è stato necessario e possibile non sono rimasti con le mani in mano di fronte alle aggressioni poliziesche.

Ma i NoTAV continuano intelligentemente anche la loro azione di demistificazione delle ridicole bugie del governo. Abbiamo già riportato sul sito diversi testi puntuali, come quello di Angelo Tartaglia, Costi e ricavi... o la testimonianza, con ampia rassegna di link di testi di studiosi autorevoli, in Val di Susa: le prove.

Così segnalo ora un testo ampio di risposta al documento ufficiale del governo, di cui inserisco il link qui. Non vi fate ingannare dal tono formale del preambolo: il documento della “Comunità montana Valle Susa e Val Sangone” prosegue poi senza reticenze ed è uno strumento utile per contrastare la propaganda menzognera del governo. (a.m. 3/4/12)



Tags: Torino-Lione  TAV  Valdisusa  sinistra