Movimento Operaio

La pagina di Antonio Moscato

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Attualità e Polemiche --> L'America Latina --> Un osservatorio da Cuba

Un osservatorio da Cuba

E-mail Stampa PDF

Informazioni da Cuba

 

Da un po’ più di un anno ricevo l’interessante blog della “Red Protagónica Observatorio Crítico: http://observatoriocriticodesdecuba.wordpress.com/, che fornisce un punto di vista critico su molte vicende dell’isola e del mondo (ad esempio ha preso posizione nettamente contro il regime di Assad di cui la stampa ufficiale cubana e di altri paesi dell’ALBA tessono sistematicamente le lodi in base a esigenze della ragion di Stato.

A volte ne ho tradotto o riassunto alcuni articoli, ad esempio quelli sulla visita di Benedetto XVI e l’atteggiamento prono ai suoi piedi delle autorità cubane. Ho deciso di inserire totalmente un numero, per consentire ai visitatori del sito che conoscono lo spagnolo e che non sono pochi, non solo dall’America Latina, di rendersi conto di questa nuova vivacità della cultura politica cubana: è già sul sito, Observatorio critico desde Cuba.

Ci sono articoli di denuncia di immotivate (e illegali) censure alla stampa libertaria (riportando tre esempi di articoli che potevano dar fastidio ai burocrati delle Dogane), e sulla reticenza di vari programmi televisivi. Tema trattato più volte è quello degli ostacoli all’uso di Internet, nonostante i periodici annunci sul famoso cavo tra Venezuela e Cuba. Ma ci sono anche articoli su vari avvenimenti latinoamericani, come la protesta di massa di madri del Costa Rica, che hanno allattato in pubblico per solidarietà con una donna che era stata denunciata per averlo fatto in un angolo di un supermercato. La rivista è inserita nella seconda parte del sito, ora divenuta più visibile nella prima parziale sperimentazione (non ancora definitiva) proposta dal mio “collaboratore tecnico” in questi giorni, e di cui so già che ha disorientato qualcuno dei visitatori più abitudinari, che si è stupito trovando una collocazione diversa delle sezioni. La segnalo lo stesso in questa sezione perché mi sembra importante, e anche per vedere se così aumenteranno le visite.

 

PS. Un altro sito, tutt’altro che ostile al governo cubano, Progreso semanal, ha segnalato oggi la novità dell’arrivo dei programmi di Telesur anche su uno dei canali della TV cubana, per certe ore, a partire da domenica 20 gennaio. Per ora solo una selezione, nonostante questo canale televisivo sia stato prodotto con la collaborazione di Cuba per l’America Latina e in particolare il Venezuela, e dovrebbe essere sicurissimo da infiltrazioni libertarie o trotskiste…  Un esempio delle reticenze ed esitazioni nell’avviare le riforme, e soprattutto nello “sbloccare” un sistema di informazioni rigido e poco convincente, che purtroppo viene aggirato da una rete di collegamenti illegali alle TV straniere mediante ritrasmettitori clandestini, a cui si può accedere pagando per il servizio 10 CUC mensili (più o meno la metà del salario medio, quindi un prezzo accessibile solo a chi fa traffici illegali), o dalla fornitura a minor prezzo di registrazioni di certi programmi. È proprio il blocco della comunicazione a Cuba a lasciare spazio alla propaganda insidiosa dei suoi nemici di sempre…

Allora buona lettura, o almeno uno sguardo al sommario della rivista Observatorio critico desde Cuba

(a.m. 21/1/13)

 



You are here Attualità e Polemiche --> L'America Latina --> Un osservatorio da Cuba