Movimento Operaio

La pagina di Antonio Moscato

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Segnalazioni

E-mail Stampa PDF

Segnalazioni

 

Per comunicare con i visitatori del sito, in attesa della Newsletter e di altre modifiche, tra cui l’eliminazione della Guida al sito, che diventerà superflua, inserisco qui alcune segnalazioni, sia di miei scritti pubblicati su riviste o in siti che vietano la pubblicazione altrove, sia di testi già inseriti e non facilmente rintracciabili.

 

Articoli su carta: nell'ultimo anno ne sono apparsi parecchi su “Erre”, l'ultimo su La caduta dei muri del 1989 è in stampa sul numero 36 del 2009. Nel numero precedente (35, settembre-ottobre 2009), c'era una recensione al libro I pirati dei Caraibi di Tariq Ali. Sul n°32, La leggenda nera di Losurdo; sul n°33, L'America Latina alla prova di Obama...

Se non trovate più il numero della rivista in cui è apparso il testo che vi interessa, chiedetemelo e ve lo invierò in word.

Sul numero 746 (novembre 2009) de “Il calendario del popolo” c'è un mio lungo articolo su: Dall'Equador al Paraguay. Nuovi problemi per i governi progressisti. Questa rivista, arrivata al suo 64° anno di vita, pubblica ogni due o tre numeri miei articoli.

Sul megafono quotidiano, il nuovo quotidiano online diretto da Salvatore Cannavò, ci sono due recenti articoli miei sulle elezioni in Bolivia e Cile: il link è già sul mio sito, poi basta cliccare “moscato” su “cerca nel sito”.

Diversi altri miei articoli sono apparsi su Limes, anche qui il link è già sul mio sito, poi basta cliccare “moscato” e viene fuori l'elenco di tutti i miei articoli apparsi in vari periodi (diversi su Cuba).

Non segnalo invece gli articoli apparsi su Liberazione e manifesto, e anche su quotidiani locali, perché in genere più contingenti. Con una sola eccezione: la serie di articoli sugli inediti del Che.

Inoltre, una “comunicazione di servizio”:

Ho inserito il file Il PCI al governo (1944-1947), che era il primo capitolo del mio libro Sinistra e potere, pubblicato da Sapere 2000, Roma, 1983. Non è venuta chiarissima la scannerizzazione in pdf, perché l'originale aveva la carta un po' invecchiata: me ne scuso, ma è meglio di niente, e non ho tempo per portarlo in word.

Qualcosa era stato anticipato in uno scritto più breve, apparso sul sito col nome di PCI al bivio, ma questo è molto più ampio, e ricco di informazioni utili su quell'esperienza, altrimenti dimenticata.

Questo testo, che era il frutto di un lavoro collettivo, in particolare di un seminario organizzato in val di Susa con il gruppo operaio dei GCR di Torino, e poi riproposto a Milano, può ancora essere utile. Era stato scritto nel lontano 1977, in un momento in cui il PCI sembrava vicinissimo a entrare di nuovo al governo, e nessuno tracciava un minimo bilancio di quella collaborazione interclassista e subalterna di trent'anni prima che aveva aperto la strada a una piena restaurazione capitalistica e al regime democristiano. Purtroppo il PCI e i suoi eredi non hanno tenuto conto di quell'esperienza, e quando sono arrivati al governo hanno ripetuto gli stessi errori. Poi si domandano da dove viene fuori Berlusconi... 
D'altra parte, oggi D'Alema rivendica ancora quella politica (a partire dall'articolo 7 che inseriva nella costituzione il concordato) nel suo elogio degli "inciuci", e dice una volta tanto la verità: il PCI gli inciuci li ha sempre fatti. Già, ma come è andato a finire?

 Un'ultima questione: da quando è comparso l'invito a iscriversi alla Newsletter ci sono state quasi mille visite, ma le iscrizioni sono ancora poche. Spero che non si deva al timore di ricevere troppo frequentemente un messaggio pesante che intasa il computer.

Iscrivetevi tranquillamente: la Newsletter sarà brevissima e senza foto...