Avviso ai distratti

Stampa

Avviso ai distratti

Come al solito i saggi o i libri inseriti nel sito come “Testi” e segnalati nella parte inferiore della colonnina di sinistra, passano inosservati ai più per diversi giorni, o anche per lungo tempo. È il caso ad esempio di Brasile - Ascesa e declino di un partito, che quindi ricordo ora, scoprendo che è stato visitato assai meno di quanto meritasse. Intanto inserisco nella sezione Archivio/Materiale per l’autoformazione, un altro, davvero importante, saggio di Enzo Traverso: Traverso - Il secolo di Hobsbawm.

Dopo le tante celebrazioni legate alla morte di Eric Hobsbawm, spesso superficiali e impressionistiche, ho infatti pensato utile riproporre questo saggio del 2009 in cui Enzo Traverso rifletteva con maggiore distacco su Il secolo breve, rileggendolo insieme all’autobiografia (Anni interessanti), confrontandola ad altre storie del XX secolo uscite in anni recenti. È stato tradotto a tambur battente da Titti Pierini, che ha trascurato altri impegni perché molto convinta della sua utilità. Così per il momento posso non inserire l’articolo sullo stesso argomento che avevo preannunciato incautamente, e che nell’attuale stesura è destinato non al sito ma al numero in corso di stampa della rivista ERRE.

Colgo l’occasione anche per segnalare un numero molto interessante della rivista “R” dei compagni ecuadoriani, R Octubre 2012, appena inserito. Non è tradotto purtroppo, ma anche chi non sa bene lo spagnolo può dare un’occhiata per avere un’idea: è anche corredato da molte foto di manifestazioni in quel bellissimo paese. E chi lo conosce, può trovare interessante il dibattito sulle prossime elezioni, e sulla possibile candidatura di Alberto Acosta, che del primo Correa fu collaboratore e ispiratore. È invece in arrivo la traduzione italiana dell’articolo di Guillermo Almeyra inserito per ora in castellano: Almeyra: enseňanzas de la victoria.

Buona lettura

(a.m. 10/10/12)



Tags: Enzo Traverso  Eric Hobsbawm  Almeyra  Brasile