Movimento Operaio

La pagina di Antonio Moscato

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Attualità e Polemiche --> L'America Latina --> Katz: un bilancio dei Kirchner

Katz: un bilancio dei Kirchner

E-mail Stampa PDF

Claudio Katz: un bilancio dei Kirchner

 

Ho inserito nel sito da un paio giorni un lungo articolo di Claudio Katz, tratto da http://katz.lahaine.org, che traccia un'analisi del fenomeno kirchnerista, confrontandolo con altre esperienze argentine, come il primo peronismo: Katz. Kirchnerismo

Come tutti i testi (anche in italiano) inseriti nella seconda parte, siano saggi o libri, o semplicemente articoli più lunghi in PDF che non posso inserire nella sezione “Attualità”, questo ha avuto solo 40 visite nei primi due giorni. In genere vengono “scoperti” più tardi, per questo è meglio segnalarli anche con un breve articolo riassuntivo.

Katz spiega che la forza del kirchnerismo è legata alla tradizione di cui è erede, ma anche alla necessità della borghesia argentina di ricostruire lo Stato in crisi dopo l’esplosione della protesta contro il corralito. Néstor Kirchner è riuscito a ricostruirlo, idealizzando il capitalismo regolato, finanziando la borghesia e augurandosi che emergesse un corpo di funzionari efficienti.

Il governo si è presentato con un profilo di centrosinistra, e ha sviluppato politiche contraddittorie di democratizzazione e riconoscimento dei diritti umani, tentando di saldare il peronismo con il progressismo, e contrapponendosi ai cacerolazos di destra e al protagonismo sindacale. Tuttavia la perpetuazione della diseguaglianza e il rifiuto formale di un orizzonte socialista congiura contro i sogni del progressismo kirchneriano. Intanto la destra lavora per una restaurazione neoliberista, e mantiene vivo un revanscismo nostalgico dei gorilla.

La sinistra politica ammette la natura capitalista del governo, ma senza chiarire le singolarità del kirchnerismo, e mantiene una neutralità nei conflitti con la destra, che rivela la mancanza di una bussola. Intanto la sinistra indipendente propone pratiche ispirate alla tradizione rivoluzionaria latinoamericana, ma deve superare i rigurgiti di un autonomismo antielettorale che l’hanno spesso caratterizzata in momenti cruciali. (a.m.18/1/13)

 

Consiglio ai visitatori del sito che non conoscono bene lo spagnolo: procuratevi un modesto dizionario e un po’ di pazienza, e provate a leggere l’articolo Katz. Kirchnerismo. Per il momento non è possibile tradurlo. Se poi qualcuno conosce bene lo spagnolo, e ha buona volontà, e vuole cominciare a tradurlo, me lo segnali, potremmo dividerci il lavoro.



You are here Attualità e Polemiche --> L'America Latina --> Katz: un bilancio dei Kirchner